Zuccotto di pandoro

Zuccotto di pandoro
Bentornati al nostro appuntamento con le ricette di Cotto e Mangiato di Tessa Gelisio! Nella puntata di oggi, Tessa affronta il problema dei dolci avanzati dopo il periodo delle feste, in particolare ci mostra come riciclare il pandoro che rischia di essere buttato per preparare un dolce squisito: lo zuccotto.

Il pandoro, dolce tipicamente natalizio, può essere tuttavia consumato anche in altri periodi dell'anno, specialmente se ne abbiamo fatto una scorta eccessiva durante le feste: è squisito specialmente se abbinato a una gustosissima crema al mascarpone fatta in casa. In un pentolino facciamo scaldare mezzo litro di latte e aggiungiamo una stecca di vaniglia che andremo a incidere con un coltellino. Attenzione: il latte non deve assolutamente raggiungere l'ebollizione, quindi va spento prima!

Nel frattempo amalgamiamo tre tuorli d'uovo con 100 grammi di zucchero e aggiungiamo 50 grammi di farina. Mescoliamo nel frattempo piano piano il latte.
zuccotto di pandoro

Quando, dopo pochi minuti, il nostro composto inizia a bollire, inizia a formarsi la crema e quindi bisogna iniziare a girare rapidamente.

Facciamo raffreddare a temperatura ambiente la crema, dividendola poi in due recipienti differenti: in una di queste porzioni aggiungiamo 10 grammi di cacao amaro.

Mettiamo uno strato di pellicola sul recipiente nel quale andremo a preparare lo zuccotto e sopra ci adagiamo uno strato di pandoro inzuppato nel latte in modo da fare i bordi dello zuccotto. Facciamo poi un primo strato di crema di cioccolato, un secondo strato di pandoro, un altro strato con la crema di vaniglia e quindi un ultimo di pandoro, a chiudere il dolce.

Non ci resta che coprire bene lo zuccotto, lasciarlo in frigorifero per una mezz'ora, ribaltarlo e mangiarlo.
Precedente Insalata di arance con nocciole
Successiva Frittata con tonno e fagiolini

Commenti e domande