Pasta alla Gattopardo

Pasta alla Gattopardo
Natale si sta avvicinando, e Tessa Gelisio ci sta svelando, giorno dopo giorno, le sue ricette di Natale preferite. Nella puntata di Cotto e Mangiato di oggi tocca ad un primo molto gustoso a base di pasta: la pasta alla Gattopardo. Tra i primi più adatti per i vostri pranzi e cene di Natale, questo piatto ben si sposerà ad un secondo sostanzioso come il tacchino ripieno.

E, nel pomeriggio, perché non aiutare la digestione e combattere il freddo con un bicchierino di delizioso vin brulè caldo?

In una padella con dell'olio extravergine di oliva facciamo imbiondire mezzo spicchio d'aglio. Aggiungiamo mezzo kilo di passata di pomodoro che faremo bollire per 15-20 minuti.
pasta alla gattopardo

Nel frattempo tritiamo molto finemente al mixer mezzo etto di prosciutto cotto e mezzo etto di mortadella. Aggiungiamo poi il prosciutto e la mortadella alla passata di pomodoro e lasciamo cuocere il sugo ancora per 10 minuti.

Quando il sugo è pronto, facciamo bollire l'acqua e buttiamo 250 grammi di pasta: l'ideale è pasta grossa ma corta, come i tortiglioni o i maccheroni. Intanto spegnamo il sugo aggiungendo mezzo etto di panna vegetale e 150-200 grammi circa di parmigiano.

Grattugiamo quindi un quarto di noce moscata e scoliamo la pasta quando è bene al dente: amalgamiamo al sugo e impiattiamo.

Questa pasta semplice e gustosa richiede circa mezz'ora per la sua preparazione, ma non mancherà di soddisfare i vostri ospiti.
Precedente Pasticcio di sgombro con patate
Successiva Frittata con tonno e fagiolini

Commenti e domande