Colini da Cucina: Come scegliere i colini adatti

Colini da Cucina: Come scegliere i colini adatti
I colini sono accessori da cucina utili per separare i liquidi dalle parte di cibo. Sono noti anche col nome di passini.

A cosa servono i colini da cucina?

Se le quantità di cibo sono piccole è possibile usare il colino al posto dello scola pasta o scola verdure. Ad esempioun cubetto di spinaci surgelati può essere scolato tramite un colino senza dover sporcare uno scolapasta che poi diventa più fastidioso da pulire.
I colini possono essere usati in tanti modi diversi: dalla preparazione di tisane sino al cospargere di zucchero a velo i dolci.

Si può usare un colino anche per separare la spremuta di agrumi dalle pellicine della polpa e dai semi. Un altro uso è quello di separare i pezzi di verdura del soffritto dal sugo degli arrosti o anche togliere i chiodi di garofano dal vin brulè.

Come scegliere i colini più adatti?

La loro funzionalità dipende dalla forma che hanno e da quanto sono fitti i fori della retina di cui sono composti. Se i fori sono molti piccoli e ravvicinati il filtro va bene per separare le foglioline di tisana dall’acqua o per spargere lo zucchero a velo. Se invece i fori sono più grossi, il colino può essere usato per filtrare l’acqua delle verdure che passano difficilmente attraverso le aperture.

Se si desidera acquistare un colino per fare il thè in foglia, sceglierne uno adatto per dimensioni e per larghezza dei fori.
In commercio si trovano colini di molte forme e materiali ma è bene preferire quelli in acciaio inox. La plastica infatti non va bene a contatto con cibi e liquidi caldi e non può essere usata per il thè perchè ne altera il sapore. Assicurarsi che l’impugnatura del colino sia solida e ben inserita.

Commenti e domande

Categorie Offerte