Bucce della castagne: le ricette antispreco

0
323

Bucce delle castagne: chi l’ha detto che l’involucro delle castagne non possa essere usato in cucina anche per altre ricette? Visto che dobbiamo prestare sempre più attenzione all’ambiente e al nostro Pianeta, eccovi alcuni esempi zero waste.

bucce castagne

Le bucce delle castagne di solito sono uno scarto quando le si cucina: di buono si tengono solo le caldarroste e il resto si butta via. E’ importante però che – soprattutto per la salute del nostro Pianeta – si impari a sprecare il meno possibile. Anche quello che sembra impensabile, come appunto le bucce delle castagne, in realtà ha una “seconda vita”: si possono riutilizzare come riflessante per i capelli o come tisana o ancora rinforzante per le ciglia, evitando così di comprare cosmetici.

Leggi anche: Bucce di patata fritte: la miglior ricetta di riciclo, facilissima ed economica

Bucce delle castagne: come usarle per non sprecare 

Le bucce delle castagne si possono usare per esempio come rinforzante per ciglia; la ricetta è molto semplice, basta versare in un pentolino 250 ml di acqua. Portatela ad ebollizione  con circa 20 grammi di bucce di castagne. Dopo 10-15 minuti spegnete il fuoco e lasciate in infusione per qualche minuto; successivamente filtrate il contenuto attraverso un colino a maglie strette o una garza. Una volta raffreddata, aggiungete un cucchiaio e mezzo di olio evo. Riponete il liquido in un contenitore ermetico di vetro. Alla sera, attingete un po’ di liquido con lo scovolino come quello del mascara e usatelo per almeno 10 giorni.

Un altro uso sempre cosmetico delle bucce di castagna è sui capelli, per ottenere un bel riflesso castano ramato.Anche in questo caso bisognerà far bollire le bucce delle castagne (una quindicina di bucce andranno benissimo) per circa mezz’ora in un litro e mezzo di acqua, con coperchio a fiamma bassa. Una volta pronto, lasciate raffreddare e filtrate con una garza o un colino. Si può utilizzare il liquido così ottenuto come risciacquo dopo lo shampoo.

In ultimo, se volete una tisana diversa dal solito, potete bollire delle bucce di castagna, circa 40 g, con un litro e mezzo di acqua. Dopo cinque minuti spegnete e filtrate il tutto. Potete bere questa tisana aromatica da sola o dolcificata con del miele.

bucce castagne antispreco

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here