Buitoni Fraich-up nei guai, stabilimento chiuso. Quello che è successo è sconvolgente

0
431

Buitoni Fraich-up ha chiuso uno degli stabilimenti francesi a casa del batterio di Escherichia coli. Prodotti ritirati dal mercato.

Francia, guai per la Buitoni costretta a chiudere uno stabilimento e a ritirare pizze surgelate immesse sul mercato. Quello che è successo è davvero incredibile. Va precisato che la produzione italiana è esclusa da tutto questa vicenda. Ma torniamo al dunque, ecco cosa è successo.

buitoni

In Francia sono stati registrati numerosi casi di Escherichia coli, il batterio che provoca dissenteria, forti dolori addominali, nausea e vomito. In base all’intensità dell’infezione da escherichia, le conseguenze possono essere più o meno gravi. Nel caso francese alcune delle persone colpite avrebbero subito gravi effetti. Ma a cosa è dovuta questa infezione? La risposta vi farà venire la pelle d’oca: alla pizza surgelata Buitoni Fraich-up.

Buitoni Fraich-up e i casi di Escherichia coli in Francia

In Francia la Buitoni è stata costretta a mettere i catenacci ai cancelli dello stabilimento di Caundry, su ordine delle autorità competenti. Pare che i numerosi casi di Escherichia coli registrati siano collegati alle pizze surgelate Fraich-up. Le autorità avrebbero eseguito delle ispezioni e delle indagini per comprendere come un numero così ampio di persone (al momento si parla di 75 casi) sia stato colpito dalla stessa infezione e quello che è emerso è preoccupante. Infatti, all’interno dello stabilimento sarebbe stata trovata un colonia di topi, oltre all’assenza di alcuni requisiti essenziali, motivo per cui le azioni assunte dal ministero sarebbero state così drastiche e repentine.

Tutti la produzione Fraich-up è stata immediatamente ritirata dal mercato, ma a rendere particolarmente grave la situazione sarebbe il coinvolgimento di alcuni bambini anche loro intossicati in modo grave. È probabile che le indagini proseguiranno per accertare che non si registrino ulteriori contaminazioni, ma per l’azienda è un duro colpo tanto di immagine quanto economico.

La produzione italiana è sana e salva e non è coinvolta in alcun modo in questa vicenda. I prodotti Buitoni (appartenente alla Nestlè) sono salvi. Il consumo delle pizze surgelate è un’usanza tipica dei paesi anglosassoni che col tempo, per praticità, si è diffuso anche nella Penisola. La pizza surgelata è facile da preparare, veloce e pratica e spesso una soluzione per un aperitivo improvvisato con un ospite inatteso. Ne esistono veramente tante varietà, da quella semplice che può essere personalizzata con altri prodotti da frigo a quelle più ricche ed elaborate, c’è solo l’imbarazzo della scelta.