Intossicazione alimentare: succede spesso se mangi questi cibi, scopri la lista

0
296

Esistono dei cibi che possono, più di altri, provocare un’intossicazione alimentare. Andiamo a scoprire quali sono.

Mangiare non è sempre del tutto un piacere, perché a volte non si riesce a digerire come si deve, oppure perché ci si sente proprio male dopo aver effettuato un pasto. Inoltre, vi sono degli alimenti che possono provocare delle intossicazioni alimentari, per via delle loro proprietà. Ne abbiamo scovati 6 in particolare e, a volte, ingerirli può essere molto pericoloso.

Donna si tiene la pancia
Donna con dolori intestinali (AdobeStock)

A far venire alla luce questa lista è stato un avvocato esperto in questo tipo di problematiche salutari, Bill Marler. Durante la sua carriera ha fatto vincere ai propri clienti più di 800 milioni di dollari in cause legali. La pratica è stata avviata verso delle catene di ristorante, che sono state obbligate a risarcire i clienti che si sono ammalati dopo aver mangiato lì.

Questi ultimi, sono stati affetti da due virus in particolare, l’E.coli e norovirus. Dopo la sua lunga esperienza, l’uomo ha deciso di mettere nero su bianco le pietanze che più di altre sono a rischio intossicazione alimentare. Sono sei, in particolare, gli alimenti incriminati e sarebbe meglio evitarli, se non si volessero avere delle conseguenze molto fastidiose.

I sei cibi da evitare per non avere un’intossicazione alimentare

La lista può essere anche più lunga di quella consigliata dal signor Marler, ma quelli da lui indicati sono quelli molto più pericolosi. Tante persone già li conoscono, ma meglio approfondire le nozioni in merito.

Ostrica aperta
Ostrica aperta cruda e posta su piano nero (AdobeStock)

Questi 6 cibi non dovrebbero essere ingeriti, anche se spesso sono innocui, a volte possono creare molti disagi:

  • Si parte con la pietanza regina, le ostriche, mangiate crude e scelte da chi ama sentire il vero sapore del mare in bocca. Il problema alimentare dovuto a questa pietanza è insito nei cambiamenti climatici, che stanno surriscaldando l’acqua dei mari. Ciò favorisce una crescita microbica e aumentano sempre di più le persone che si ammalano per questo motivo.
  • Anche le bacche e i frutti trovati già pretagliati sarebbero da evitare. Questi ultimi’ specialmente’ per essere imballati e trovati già a pezzi, passano per più mani.
  • I germogli di soia mangiati crudi hanno invece provocato dei focolai di salmonella. Si possono mangiare così, ma devono essere ben puliti.
  • Anche la bistecca al sangue può essere pericolosa, perché può nascondere in sé dei batteri nocivi.
  • Le uova crude, invece, potrebbero provocare la salmonella. Ma oggi, rispetto al passato, il rischio sembra essere più basso.
  • Infine, troviamo il latte non pastorizzato, o crudo. Questo è molto amato ma è uno degli alimenti più pericolosi che si possono ingerire.
Bistecca al sangue
Bistecca con cottura al sangue (AdobeStock)