Se mangi questi cibi rischi di morire immediatamente: attenzione, li abbiamo tutti in casa

Ci sono cibi che possono mettere a rischio immediato la nostra salute e persino la nostra vita. Attenzione si tratta di alimenti che abbiamo tutti comunemente nelle nostre case e nelle nostre cucine.

Tutelare la propria salute e la propria incolumità è una priorità assoluta anche a tavola, anche in cucina. Ecco perché se si è consapevoli di avere gravi allergie ad alimenti è bene fare molta attenzione a quello che si mette nei piatti e nelle ricette, per non rischiare conseguenze anche irreversibili. Ma è altrettanto importante fare i dovuti controlli per capire se delle allergie si hanno o meno, meglio non rischiare brutte sorprese!

Conoscere tutti gli allergeni presenti negli alimenti che usiamo ogni giorno, che ogni giorno compriamo al supermercato a mettiamo nelle nostre ricette è importante, per essere sempre consapevoli e attenti riguardo ad una questione così importante come la salute nostra e di chi vive e mangia insieme a noi. Spesso gli alimenti nascondono allergeni che non ci aspetteremmo mai di vedere, dunque leggiamo bene le etichette.

Allergie alimentari: quali sono gli alimenti più a rischio

Bisogna fare molta attenzione quando si compra un prodotto confezionato, guardando bene l’etichetta per scoprire se ci sono degli allergeni. Ma la stessa attenzione si deve mettere quando andiamo a mangiare fuori, chiedendo allo staff del ristorante e del locale come sono fatti i piatti che stiamo per mangiare ed eventualmente farsi portare la carta degli allergeni. Ma a quali allergeni bisogna stare attenti?

Gli allergeni più conosciuti e pericolosi, da cui dobbiamo guardarci bene sono ben 14. Si tratta di: arachidi (quindi anche il burro di arachidi), cereali contenenti glutine e tutti i prodotti derivati, l’uovo (e qualsiasi prodotto che lo contenga come creme, zabaioni, frittate, prodotto dolciari e da forno) , il latte, i crostacei, i molluschi, il pesce, la frutta secca e a guscio, la soia, il lupino, il sedano, l’anidride solforosa, i semi di sesamo e la senape. Sono molti e non è sempre facile tenere d’occhio tutto, ma è importante!+

Per alcuni di questi allergeni vi sono tante alternative per stare tranquilli, il latte per esempio si può bere vegetale per evitare quello vaccino, così come consumare prodotti senza glutine o privi di uova, quindi vegani. La raccomandazione è quella di non fidarsi troppo, si rischia davvero tanto quando parliamo di allergie, vale la pena fare qualche domanda in più e rischiare di essere noiosi, piuttosto che farsi un giro in ospedale per aver ingerito erroneamente qualcosa a cui siamo allergici.