Spossatezza estiva, non sai come combatterla? Ecco i rimedi naturali che non ti aspetti

0
74

Arriva il caldo e con lui la spossatezza tipica dell’estate. Come fare per combatterla? Ecco tutti i rimedi naturali.

Il caldo e le alte temperature stanno arrivando velocemente, dopo un aprile mite e un maggio piovoso, l’estate sembra alle porte. Sono tantissime le persone che con l’arrivo di queste alte temperature si sentono stanchespossate e senza energie e più è caldo, più questi sintomi diventano invalidanti. Come si fa a contrastarli?

foto da canva

 

Esistono tantissimi rimedi naturali e piccoli trucchi della nonna per riuscire ad alzarsi dal letto e fare tutto quello che dobbiamo fare, anche quando fa tanto caldo e tutto sembra più difficile. Per evitare di prendere integratori chimici e per niente naturali, perché non affidarsi a rimedi ecologici e assolutamente naturali?

I rimedi della nonna contro la spossatezza da caldo

Un primo rimedio è legato ad una causa scatenante della spossatezza da caldo: la mancanza di liquidi e la disidratazione. Quando fa tanto caldo, si suda anche di più e si perdono quindi più liquidi e sali minerali. Per contrastare questo fenomeno è bene bere tanta acqua, soprattutto quando ci si sente privi di energie e stanchi. Quanto bisogna bere? Almeno 2 litri di acqua al giorno, che salgono a 3, se si fa tanta attività fisica. Anche se all’inizio vi risulta difficile, iniziate con un litro e poi salite.

Inoltre vi sono tanti integratori naturali che potete utilizzare come tonificante ed energetico, senza spendere soldi in farmacia. Potete utilizzare il ginseng siberiano, per esempio, oppure il the alla mente bevuto dalle popolazioni del deserto proprio per contrastare il caldo esagerato di quelle zone. Ancora, vostri alleati sono sciroppo di mirtillo e di prugnolo. Concedetevi anche qualche spremuta di pompelmo, un frutto ricco di potassio e molto fresco e leggero.

Cercate di dormire le ore giuste e di non uscire in quelle più calde, se potete. Evitate di rimanere per troppo tempo sotto al sole magari alle due del pomeriggio e preferite le ore in cui il sole è più basso e meno aggressivo. Ricordatevi, per la vostra pelle, la crema solare che vi protegge dai raggi uv e dal cancro alla pelle. Importante anche la vostra dieta: è quella mediterranea, infatti, quella da seguire in questi casi. Soprattutto per la presenza di mandorle e semi oleosi, che danno energia quando più ce n’è bisogno. Mangiate tanta frutta e verdura, anche cruda, e formaggi e carne sempre in minore quantità.