Street food, i posti dove si può mangiare con 20 euro a Milano: la sorpresa

0
103

Tutti i luoghi suggestivi per lo street food a Milano: dove si può mangiare con 20 euro, ecco le scoperte da urlo

A Milano è possibile anche dedicare una serata allo street food con numerosi luoghi da scoprire: bastano 20 euro (a volte anche meno) per assaggiare gustosi burger e non solo. Tutte le curiosità da valutare per novità da urlo.

street food milano

La voglia di uscire per una serata è davvero tanta dopo tanti mesi di lockdown a causa della pandemia per lockdown. C’è tanto riscatto a livello sociale e così è possibile mangiare dedicando tutto allo street food a Milano dove c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Leggi anche–> Dove si mangia il miglior fritto d’Italia: la sorpresa

Così il Corriere.it ha elencato una lunga lista di locali dove andare: in primis, troviamo “Al Mercato Steaks & Burgers”, che è stato fondata circa 10 anni fa da Eugenio Roncoroni. Qui già da anni era possibile mangiare il burger gourmet prima che diventasse famoso. Ci sono tre sedi, a via Sant’Eufemia 16, corso Venezia 18 e l’ultima in viale della Liberazione 15. Sia per gli amanti della carne che vegetaali: qui possiamo trovare Bbq Ribs, Flan Steak di Black Angus e carrè di agnello alla brace.

Nel 2018 è nato il locale per gli hot dog accompagnati da birra artigianale: “Birra di Quartiere” la troviamo una al 42 di Via Giambellino, mentre l’altro in Porta Venezia. Le birre arrivano dal giovane birrificio War di Cassina de’ Pecchi: qui è possibile trovare varianti di hot dog gourmet, anche in versione veg e con Beyond Meat, che pochi euro vanno assaggiati sicuramente. Non può mancare un ottimo calice di birra, con la carne selezionata da urlo visto che arriva dal Trentino con le salse della storia azienda di Orco, a Varese.

Street food, le curiosità dei locali nel dettaglio

street food milano

Da non perdere il “Chihuahua Tacos” prendendo spunto dai sapori e gusti del Messico: qui è possibile mangiare un guacamole artigianale di avocado Hass insieme ai nachos spedendo soltanto 10 euro. Da non perdere il Mango Diablito, con confettura di chiles Jalapeños, paprika dolce, lime e con tortillas artigianali di mais da 12 centimetri. Suggestive anche la barbacoa, con agnello cotto in marinatura messicana, salsa verde borracha, coriandolo, crema e cipolla rossa sott’aceto.

Leggi anche–> Quattro ristoranti finisce malissimo, Alessandro Borghese distrutto per l’annuncio

Altro luogo suggestivo è “La Ravioleria Sarpi“, un vero e proprio monumento a Milano con la sua idea che risale al 2015. In questa piccola bottega è possibile assistere alla preparazione di migliaia di ravioli di manzo, maiale o verdure. Da non perdere le crespella di Pechino, Jian Biang, caratteristiche con carne italiana, come quella da allevamento biodinamico della vicina Macelleria Sirtori, con le farine selezionate di Mulino Sobrino.

Infine, suggestivo troviamo il “Matanē“, che è il locale che ha diffuso l’onigirazu, ossia un panino di riso accompagnato da un’alga nori e con ripieni diversi nato negli anni Ottanta dalla cultura manga. Si trova precisamente in zona Porta Garibaldi con lostreet food giapponese che si può mangiare sia nel locale che delivery e take away. Da urlo i tonkatsu, che è la tipica cotoletta di maiale, impanata e fritta, gamberi fritti impanati nel panko, da prvare con tonno e salmone freschi.

street food milano