Vite al limite: arriva la dieta del perfido dottor Nowzaradan: tutti i consigli

0
696

Il dottor Now ha messo a punto una dieta che è riuscita ad aiutare tantissime persone. Vediamo cosa permette di mangiare.

Lui è un personaggio televisivo molto noto, che segue le persone con una problematica relativa al sovrappeso e riesce ad aiutarle. Per fare questo, il dottor Now ha anche ideato una dieta per poter perdere peso nel migliore dei modi. In tanti si fidano di lui e utilizzarla sarà di un’efficacia assoluta.

Un primo piano del dottor Now
Il dottor Now di Vite al limite di Real Time con la veste da medico (WebSource)

Younan Nowzaradan è famosissimo per via della trasmissione Vite al limite, dove alcune persone obese riescono ad essere aiutate dall’uomo. Lui è un dottore di origini iraniane di alto prestigio ed è sempre riuscito nell’intento di salvare queste persone, perse dietro alla troppa ingordigia.

Ora, ha messo a punto una dieta che permette l’ingestione di 1200 calorie al giorno e che ha permesso a tanti di perdere fino a 12 chili in poco tempo. Questo modello viene prescritto soltanto a persone che sono almeno 20 kg sopra ad un normale peso forma. Non va effettuata per le persone che non vivono l’obesità cronica e non deve assolutamente durare per più di 2 mesi.

Le particolarità della dieta ideata dal dottor Now

Il peso viene perso, specialmente, per la forte riduzione dei carboidrati e alcuni tipi di zuccheri. Vi sono due fasi di cui questa dieta si forma: una di impatto forte e l’altra conservativa. Si possono effettuare più pasti durante la giornata, anche se non devono essere troppo frequenti. La carne si può mangiare, ma non più di 140 grammi al dì.

Alcune varietà di carne
Alcuni tagli di carne posizionati su un piano nero (AdobeStock)

Anche il pesce è mangiabile, ma si devono evitare le serdine e il salmone, visto che hanno un apporto di carboidrati molto alto. Viene consigliato l’utilizzo dell’olio d’oliva per i condimenti. Lo zucchero e il sale anche, ma non devono superare l’1 o i 2 grammi a pasto. Per i contorni si possono ammettere le verdure, sia cotte che crude. Importante sarà, anche, bere molto: dagli 1,5 ai 2 litri d’acqua al giorno.

Per quanto riguarda il menu settimanale si può optare per lo yogurt, il caffè e il thè, ma senza zucchero, i fiocchi di latte, la soia o il latte scremato. Per quanto riguarda il pranzo vale la regola citata sopra: 100 grammi di carne o pesce e concludere il pasto con un bel frutto. Per la cena la miglior cosa è la bresaola o un’omelette fatta con 150 gr di albume. Come contorno, la miglior cosa, sono dei fagioli lessi.

Diverse specie di pesce
Un po’ di pesce di diversa tipologia (AdobeStock)