Zanzare, cosa mangiare per non farsi pungere: provare per credere

0
125

L’estate è già arrivata affrontando subito calde giornate con il pericolo di zanzare continuamente pronte a pungere: come evitarle?

Le zanzare sono fastidiose durante le giornate e le serate estive, ma ci sono vari metodi per evitare le punture di questi insetti, soprattutto per quanto riguarda il cibo da ingerire.

zanzare

Il loro punto forte è l’olfatto avvicinandosi sempre di più alle vittime andando così in avanscoperta. Molto dotati da questo punto di vista, le zanzare sono pericolose per gli esseri umani, visto che parliamo di animali a sangue caldo. Possono essere tenute a bada in vari modi: in primis, con i repellenti chimici che respingono le zanzare visto che mascherano l’odore di anidride carbonica e acido lattico. In questo modo ci lasciano in pace, ma esistono anche quelli naturali in grado di tenere lontane le zanzare, come l’olio di geranio o la citronella, che funzionano proprio allo stesso modo.

Tutto dipende dall’odore che fa in modo che le zanzare siano attratte più da certe persone rispetto ad altre. Ogni persona ha un odore diverso e molto caratteristico: secondo alcune stime il 10% della popolazione è visibile per le zanzare.

L’aglio potrebbe essere utile visto che non lo amano particolarmente: l’odore è utile a respingerle velocemente. Si può così anche acquistare al negozio lo spray all’aglio da mettere sul vostro giardino o balcone. Anche mangiare aglio dà così una sorta di protezione visto che non tendono ad avvicinarsi in questo modo.

Zanzare, i metodi alternativi per evitare le punture

zanzare pelle

Gli esperti di chimica hanno sempre rivelato che mangiando certi cibi, soprattutto quelli salati e con un alto contenuto di potassio, aumentano anche la quantità di acido lattico che le zanzare percepiscono, in particolar modo frutta e verdura.

Per poter lontane le zanzare si possono mangiare anche mirtilli, mele, angurie, cetrioli, cavoli e peperoni verdi, con basso contenuto di potassio. Invece, vanno evitate patate, prugne, uva, spinaci, banane, fagioli, ricche di potassio e quindi non utili per respingere gli insetti. Anche gli insaccati, come salami e prosciutti, non fungono da buona protezione.

Per evitare così punture si possono mangiare cibi, come pompelmo e limoni, che contengono una sostanza capace di respingerli in maniera naturale. Oltre all’aglio c’è anche il pepe nero, che ha questo potere grazie all’allicina. Inoltre, ha al suo interno l’ acilpipedrine, capace di regolare il nostro odore tenendole lontane.

Le altre sostanze utili per evitare i morsi sono menta o peperoncino così anche la lavanda. Secondo i vari studi dei ricercatori è proprio la genetica, per l’85%, a svelare le forme attrattive per le zanzare, in quanto fungiamo da veri e propri magneti.

zanzare pelle