Alchermes: com’è nato il dolce della nonna? Il liquore fiorentino più famoso

0
580

Prodotto tipico toscano e must-have di tutti gli amanti della pasticceria, l’Alchermes è un liquore dalla lunga storia.

Se siete appassionati di pasticceria, sapete bene quanto sia importante l’Alchermes: questo liquore zuccherino dall’inconfondibile e iconico colore rosso intenso e vivo serve ad impreziosire numerose ricette, dalle creme, alle torte e le sue origini vi stupiranno. La bevanda ha radici molto antiche e la sua provenienza e la sua storia regalano grandi sorprese, anche ai più esperti appassionati del mondo dei dolci.

Che voi stiate preparando un’ottima zuppa inglese o delle golosissime pesche dolci, l’ingrediente fondamentale e protagonista sarà proprio questo mitico liquore rossissimo e dal sapore e dal profumo veramente iconici. Se lo avete provato o visto almeno una volta, è davvero difficile dimenticarlo. Ma scopriamo qualcosa di più sulla sua storia.

Alchermes: storia e origini del liquore toscano

Questo incredibile e dolcissimo liquore rosso, nonostante sia un prodotto tipico e tradizionale della Toscana, in particolare, nello specifico di Firenze, ha origini totalmente diverse. Sono stati, infatti, gli spagnoli ad averlo introdotto in Italia per la prima volta, ma sarà solo nel capoluogo toscano che troverà la sua più ampia diffusione. Questo anche grazie alla famiglia De’ Medici che ne era grande appassionata ed estimatrice. Ma a produrlo per loro era l’Officina dei frati di Santa Maria Novella, luogo in cui questo liquore era conosciuto come un elisir di lunga vita.

Leggi anche–>Lo chef Cannavacciuolo non sbaglia mai un colpo, ecco cosa si è inventato

La ricetta originale, trascritta per la prima volta nel ‘700, prevede l’utilizzo di alcol, zucchero, acqua, cocciniglia, scorza di arancia, acqua di rose, cannella, chiodi di garofano, vaniglia, cardamomo e fiori di anice. Tutti questi ingredienti e queste spezie conferiscono il caratteristico profumo che arricchisce tutti i dolci in cui viene usato, così come il colore rosso vivo che ha fatto guadagnare al liquore il suo nome. Alchermes, infatti, viene dall’arabo alqirmiz che significa “coccinella“, il rossissimo insetto da cui veniva estratto il colorante in antichità.

Leggi anche–>Mangiare in agriturismo: i migliori nel Lazio, tutti gli indirizzi e i menù

Questo delizioso liquore è davvero versatile ed è utile per arricchire i vostri dolci, le vostre creme, torte e biscotti di ogni tipo, anche se i più iconici e famosi dolci realizzati con la bevanda sono naturalmente la zuppa inglesele pesche dolci ricoperte di zucchero. Ma la versatilità e il profumo dell’Alchermes lo rende il vostro perfetto alleato in cucina, per la realizzazione di dolci fantasiosi e piatti incredibili. Date libero sfogo alla fantasia!