Antonella Clerici, ci va giù pesante e parla proprio lei: quello che dice è sconvolgente

0
259

Antonella Clerici accoglie il pubblico di È sempre mezzogiorno aggiornando i telespettatori con delle curiosità che riguardano personaggi famosi. Quello che dice è davvero incredibile.

Solo ieri vi abbiamo raccontato della stranezza dello sceicco degli Emirati Arabi che ha arricchito la sua collezione di auto con un 4×4 di 6 metri con bagno e cucina al suo interno. Oggi Antonella ha raccontato di un’altra stranezza che riguarda un reale più noto e vicino, quello che dice stupisce tutti.

antonella clerici

Prima di dedicarsi alla sua cucina Antonella si lascia andare a qualche chiacchiera, così come succede all’interno delle cucine di casa quando si condivide del tempo con gli amici. Quello che svela è veramente curioso e pochi l’avrebbero immaginato.

Antonella Clerici svela un segreto

Antonella Clerici apre la nuova puntata di È sempre mezzogiorno raccontando qualche aneddoto curioso sulla regina Elisabetta. La reale britannica è la testimonial di un detergente per piatti perché pare che tra tutte le faccende domestiche, il lavaggio delle stoviglie sia tra le sue preferite. Si fa fatica a immaginare la regina con guanti di gomma mentre lava i piatti di Buckingham Palace.

Sergio Barzetti fa il suo ingresso tra i fornelli di È sempre mezzogiorno e Antonella si piazza al fianco dello chef che non perde tempo e inizia la preparazione del suo risotto con gli asparagi e uova fritte. Per la realizzazione del piatto Barzetti utilizza 250 grammi di riso Carnarli, 4 uova bianche e asparagi bianchi tagliati come fossero delle tagliatelle: “Con la fame che ho lo mangerei subito“, a dirlo ovviamente è Antonella.

La ricetta è pronta ma Antonella non può mangiare perché è già pronto il collegamento con un produttore di pasta siciliano, il signor Mimmo Giglio. La caratteristica della pasta prodotta da giglio non sta solo nelle caratteristiche del grano utilizzato, ma nel fatto che viene prodotta dai detenuti dell’Ucciadone, il carcere di Palermo. Un progetto di cui Giglio va molto fiero. La pasta verrà utilizzata dalla zia Cri, che piatto preparerà? Una ricetta classica che dà risalto alla materia prima.

La ricetta della zia Cri è una classica pasta alla Norma, preparazione che risale al 1800. La zia Cri taglia a cubetti una melanzana scura e lunga e la pana prima di passare alla frittura in olio extravergine di oliva. In una secondo padella mette un filo d’olio, un pizzico di peperoncino, uno spicchio di aglio e la cipolla tritata, infine, aggiunge la passata di pomodoro. Quando la salsa, la pasta e le melanzane saranno pronte resta solo una cosa da fare: grattugiare un bel pezzo di ricotta salata.