Attenzione al sushi: prodotto ritirato dal Ministero della Salute

0
413

Se siete amanti del sushi, fate attenzione a quello che acquistate! Il Ministero della Salute ha ritirato un lotto del prodotto dal mercato.

Il sushi è un cibo da sogno per molti e i più appassionati provano anche a realizzarlo direttamente a casa, magari per stupire gli amici e i parenti amanti di questo piatto giapponese. Ma attenzione agli ingredienti che acquistate, potrebbero rivelare brutte sorprese!

Quando si tratta di pesce crudo è sempre bene fare attenzione e accertarsi che sia tutto fresco. Ma non è l’unica cosa da tenere in considerazione quando si vuole preparare dell’ottimo sushi fatto in casa. Gli ingredienti sono diversi ed è importante accertarsi che sia tutto di qualità e buono. Attenzione, allora, anche alle alghe nori! Queste ultime, infatti, sono finite nel mirino del Ministero della Salute per la presenza di una sostanza indesiderata.

Alga nori per sushi ritirata dai supermercati

Il Ministero della Salute si occupa, tra le altre cose, dei ritiri alimentari: ordina l’immediato ritiro dagli scaffali dei supermercati – o la distruzione, nei casi più estremi – di prodotti potenzialmente dannosi per la salute dei cittadini e dei consumatori. Questa volta il prodotto incriminato è l’alga nori Yutaka Sushi Nori da 11 grammi prodotte dalla Tazaki Foods. Alcuni lotti dell’alga, quella utilizzata proprio per la preparazione del sushi in casa, sono stati ritirati per la presenza di eccessive quantità di iodio, con numeri oltre il consentito dalle normative.

Leggi anche–> Prezzi alle stelle di frutta, pasta e pesce: ecco le vere cause dell’aumento

In questi casi, come sempre, si consiglia di non consumare il prodotto qualora fosse già stato acquistato e di riportarlo immediatamente al punto vendita in cui è stato comprato, per ricevere il dovuto rimborso.

Leggi anche–>Benedetta Rossi, l’annuncio dopo l’operazione chirurgica: tutti molto preoccupati per lei

Fare il sushi in casa può sembrare un modo per renderlo più sicuro, rispetto a quello mangiato al ristorante, dato che in questo modo è più semplice controllare la provenienza dei prodotti e la loro qualità. Tuttavia, è bene fare attenzione anche quando si acquistano gli ingredienti necessari: in particolare è fondamentale imparare a riconoscere il pesce fresco, per non rischiare di andare incontro a seri problemi di salute, dato che i rischi attorno al pesce crudo sono davvero tanti: un salmone sbiadito, per esempio, non è un buon segno, dato che il pesce con il tempo tende a perdere un po’ di colore. Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio, soprattutto quando parliamo di pesce crudo!