La carne rossa fa male? Ecco tutti i falsi miti e le bufale sul cibo, la verità è questa

Di bufale e falsi miti sull’alimentazione ce ne sono davvero tanti e spesso sono anche piuttosto dannosi, se seguiti ciecamente.

L’alimentazione è un campo spinoso. Tutti hanno qualcosa da dire, anche senza le competenze necessarie per esprimere un’opinione a riguardo. Ecco perché di falsi miti, leggende, bufale e pure falsità sul cibo ce ne sono davvero tante e ogni tanto sembrano spuntarne di nuovi. I peggiori possono anche essere dannosi e non andrebbero assolutamente seguiti.

Oltre a creare danni alla salute, i falsi miti sul cibo alimentano panico e paura intorno a cibi e piatti assolutamente normali, ma che per qualche motivo si portano dietro un’aura apocalittica e le persone spesso li evitano, precludendosi una dieta bilanciata ed equa. Ecco quali sono tutte le bufale più note sul cibo, che non dovreste assolutamente ascoltare.

Le peggiori bufale sul cibo da non seguire

Dalla demonizzazione della carne rossa all’ansia intorno alle uova, le leggende e i falsi miti sul cibo sono sempre più diffusi, anche grazie all’avvento di Internet che fa circolare le notizie – soprattutto quelle false – nella maniera più veloce possibile. È la Coldiretti a sfatare certi miti che dovremmo una volta per tutte eliminare, a partire dal consumo della carne. Gli italiani mangiano sempre meno questo alimento, soprattutto se si parla di carne rossa spesso eliminandola completamente dalla dieta. Ma gli studiosi sono di un’altra opinione e la Coldiretti ricorda che per quanto il consumo di carne rossa sia da limitare rispetto alla carne bianca, non è da eliminare completamente se si vuole avere una dieta bilanciata ed equilibrata.

Leggi anche–>Vuoi sfidare un tuo amico? Prepara la ricetta del diavolo di Fusca e Mainardi, impossibile da mangiare

C’è anche chi evita di consumare latte da adulti perché secondo alcune false notizie circolanti sul web sarebbe un alimento da destinare soltanto ai bambini in fase di crescita. Ma la Coldiretti ricorda che il latte, di mucca, capra o pecora che sia, è fondamentale nelle dieta bilanciate ed è presente nell’alimentazione umana dall’alba dei tempi. Dunque perché smettere di berlo? A me no che non si ha un’intolleranza al lattosio o si segue una dieta di tipo vegano, non c’è motivo.

Leggi anche–>Francesco Panella, l’incontro inaspettato a New York: non può essere proprio lui

Infine la questione delle uova è risolta dalla Coldiretti in questo modo: bufale parlano di dover consumare per forza un uovo alla settimana al massimo. In realtà è falso e si tratta di una mera leggenda. L’uovo è una fonte sana di proteine, aminoacidi e altre sostanze utili all’organismo, pertanto si può consumare anche più di una volta alla settimana!