Cotto e mangiato, Tessa Gelisio prepara la Tenerina di cioccolato

0
297

Ancora un doppio appuntamento di Cotto e Mangiato condotto da Tessa Gelisio che si destreggia tra il suo bancone da cucina e quello dei giovani chef in gara.

Tessa Gelisio e Andrea Mainardi

Tessa Gelisio accende i fornelli di Cotto e Mangiato e sforna un dolce al cioccolato pronto a soddisfare i palati di tutti, dai più piccoli ai più grandi. Si tratta della Tenerina di Cioccolato, un dolce tipico della città di Ferrara caratterizzato da una croccante crosta in superficie.

Leggi anche -> Chi lo dice che i tortellini si mangiano solo in brodo? Provali così, ti stupiranno

Cotto e mangiato, La ricetta della Tenerina di cioccolato

Per la realizzazione del dolce preparato da Tessa Gelisio servono i seguenti ingrediente:

  • 250 g. di cioccolato grezzo;
  • 50 g. di burro;
  • 4 uova;
  • 2 cucchiai di farina;
  • 4 cucchiai di zucchero

Procedimento:

Dopo avere tritato il cioccolato, sciogliere l’ingrediente principale a bagnomaria insieme a 50 grammi di burro. Separare i tuorli dagli albumi e montare a neve gli albumi. Lavorare i tuorli con 4 cucchiai rasi di zucchero. Aggiungere il cioccolato fuso e la farina. Infine, aggiungere gli albumi montati a neve facendo attenzione a non farli smontare.
In una teglia con cerniera foderata di carta forno versare il composto e infornare per 25 minuti a 180° in un forno ventilato. Sfornare, aggiungere dello zucchero a velo e il dolce è fatto.

Per il menù giovani chef, ritorna tra i fornelli di Cotto e Mangiato Samuele Vignoli che sotto gli occhi di Andrea Mainardi ha preparato un piatto a base di carne: Filetto di maiale affumicato al fieno accompagnato da un crema di patate e barbabietole e cips di patate viola con un olio aromatiche.
Samuele è un cuoco alla vecchia, da numeri importanti. Potrei assoldarlo nel mio catering“, scherza Andrea Mainardi.

Leggi anche -> Tessa Gelisio, la ricetta del tortino di patate e carciofi di Cotto e mangiato

In 40 minuti il diciassettenne riesce a ultimare il piatto nonostante le differenti preparazioni, uscendo da una situazione complicata utilizzando un escamotage che non è da poco, salvo in corner! Cosa ne avrà pensato Mainardi? “Performance 8, gusto 7“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here