Heineken: fa un maxi investimento da sballo, 73 milioni in Sardegna, di cosa si tratta

0
418

Heineken pensa in grande per la Sardegna e stanzia oltre 73 milioni di euro per l’Ichnusa, scopriamo di più su questa operazione.

Una svolta notevole per l’azienda Heineken che ha deciso di stanziare tantissimi soldi per l’incremento di alcune politiche della birra Ichnusa, molto amata dagli italiani per il suo gusto delicato e il suo inconfondibile aroma. La bionda sarda è tra le più vendute in tutto lo Stivale anche nella sua versione non filtrata. Ma per cosa serviranno tutti questi milioni stanziati dalla Heineken?

ichnusa

L’Ichnusa è tra le birre più inconfondibili e buone di sempre. Con una schiuma bella densa e persistente, il suo sapore leggermente frizzante e leggero ma comunque riconsocibile, è una bionda davvero molto dissetante e adatta soprattutto alla stagione estive. Ecco cosa cambiera grazie allo stanziamento dei soldi da parte della Heineken.

La Heineken stanzia 73 milioni di euro in birra

Il colosso Heineken ha voluto stanziare circa 73 milioni di euro per investire nella birra Ichnusa, anche con l’aiuto del Ministero dello sviluppo economico e la Regione Sardegna, che hanno direttamente partecipato ai soldi investiti per la biondissima e poco frizzante birra dorata. In particolare l’azienda ha voluto stanziare i soldi per la birra, in particolare per lo stabilimento di Assemini, il più antico della regione.

Leggi anche–>Le castagnole ubriache non l’avete mai provate, ecco l’ingrediente segreto da aggiungere

I soldi servranno a rimodernare lo stabilimento anche per quanto riguarda la tutela dell’ambiente e le emissioni di CO2, due argomenti piuttosto caldi del momento. L’ammodernamento gioverà sia all’azienda dal punto di vista economico, che sociale e ambientale e naturalmente ci sarà anche un ritorno di immagine. Non solo, gli stanziamenti provvederanno all’assunzione di circa 25 nuovi dipendenti, addetti principalmente al confezionamento delle merci. Questo perché ci sarà un aumento del 60% delle merci da confezionare, dunque serviranno più addetti.

Leggi anche–>Mangiare in agriturismo: i migliori nel Lazio, tutti gli indirizzi e i menù

In merito ha parlato l’amministratore delegato di Heineken Italia, spiegando la fonte di questi investimenti così ingenti: Gli interventi programmati avranno un impatto migliorativo non solo sulla capacità e sulla qualità produttiva del birrificio, ma anche sul territorio in termini di occupazione, ambiente e indotto. La pandemia ha azzerato l’intera crescita del comparto degli ultimi 4 anni, ma con questa operazione Heineken vuole confermare il suo impegno verso l’Italia e la Sardegna in particolare, ed essere motore della ripresa della birra e dell’economia agroalimentare.”

ichnusa