Il miglior pandoro artigianale: i 5 più buoni e dove comprarli

Il miglior pandoro artigianale: si sta avvicinando il periodo del Natale e con esso anche i suoi dolci tradizionali. Dove comprare questo dolce soffice e profumato in vista dei festeggiamenti?

Dici “pandoro” e ti viene in mente subito l’atmosfera natalizia con le sue lucine e l’aria che profuma di cannella e spezie. Il pandoro, dolce di origine veronese, è amato tanto quanto il suo co-protagonista sulle tavole delle feste, ovvero il panettone. Di solito viene preferito perché non a tutti piace la frutta candita: certo, il pandoro può essere consumato “al naturale” – profumato e soffice – oppure farcito con diverse creme, una su tutte quella al cioccolato. In ogni caso è una garanzia: solo affondare i denti in una fetta morbida, ti fa sentire in Paradiso.

Leggi anche: Plumcake soffice con datteri e noci; ideale per la prima colazione e non solo

Notoriamente il pandoro viene riconosciuto come il dolce di Verona, anche se in realtà ha origini antiche: già nell’antica Roma, infatti, si parla di una preparazione chiamata “panis” creata con fiori di farina, burro e olio. Molto simile c’è anche il Pane di Vienna, un pane asburgico dolce al burro, che ricorda il pan brioche. O ancora di simile al pandoro c’è il Nadalin, un dolce veneto a forma di stella, creato anch’esso con il burro.
Per quanto riguarda invece la nascita del pandoro moderno, sappiamo con certezza che è avvenuta il 14 ottobre 1884, quando il pasticcere veronese Domenico Melegatti ha depositato il brevetto di questo dolce natalizio  al Ministero di Agricoltura e Commercio del Regno d’Italia. La tipica forma a 8 punte a piramide tronca – chiamato lo stampo Vespa – è invece opera del pittore impressionista veronese Angelo Dall’Oca Bianca. 

Nonostante appunto l’origine veronese, ormai il pandoro è diventato un dolce prodotto in tutta Italia senza far rimpiangere l’originale. Ecco allora la nostra personale classifica dei 5 migliori pandori artigianali e dove comprarli.

Il miglior pandoro artigianale: dove comprarlo

  1. Massari (Brescia) ormai il famoso pasticcere Iginio Massari è una garanzia in fatto di dolci, tant’è che ogni anno c’è la fila per riuscire ad acquistare le sue tipiche produzioni natalizie. Umido e morbido, segue le regole tradizionali ed è per questo che è così amato dai puristi di questo dolce.
  2. Perbellini (Verona): pasticceria a conduzione famigliare che vanta una grande tradizione nei lievitati. Da loro potete provare il pandoro, soffice e profumato di vaniglia, che si scioglie in bocca, ma anche il Bovolone, un dolce simile al pandoro ma più basso e morbido e fragrante grazie alla presenza del burro e delle mandorle.
  3. Olivieri (Arzignano, Vicenza): Olivieri vanta ben tre generazioni di pasticceri. I loro dolci hanno vinto anche diversi premi e questo è una garanzia anche per il pandoro artigianale pienamente tradizionale: soffice e burroso, profumato di vaniglia al punto giusto. Si tratta di un prodotto estremamente digeribile per la materia prima di altissima qualità e per la lievitazione 100% naturale con addirittura tre impasti.
  4. Dolcemascolo (Frosinone): anche qui in quanto a sofficità e morbidezza non si scherza. La chiave vincente di questo pandoro è la sua scioglievolezza: nonostante la struttura burrosa e solida, non appena un morso arriva al palato, si sente una sorta di esplosione gustativa.
  5. Tiri (Potenza): uno dei pandori migliori grazie al lievito madre che rende il risultato finale simile ad una nuvola. Sofficità estrema, giusta burrosità e estremo profumo di vaniglia Tahiti, cosa che vi permetterà di essere immersi in un’esperienza non solo gustativa, ma anche sensoriale, davvero unica.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.