Metti il coperchio mentre cuoci la pasta, quello che succede è incredibile

0
165

Bastano piccoli gesti per andare verso un futuro migliore e più ecologico: uno di questi è chiudere le pentole quando facciamo bollire la pasta.

La consapevolezza ambientale sta prendendo sempre più piede negli ultimi anni, anche perché le risorse del pianeta stanno per finire ed è quantomeno necessario iniziare a pensare ad un futuro ecologico e che rispetti l’ambiente. Anche in campo alimentari, è sempre più importante evitare gli sprechi, riducendoli al minimo ed evitare di sprecare acqua ed energie, risorse sempre più preziose per la Terra. E tutto sta nei piccoli gesti quotidiani, come cuocere la pasta.

pasta

Bollire la pasta per gli italiani è un gioco da ragazzi, è pane quotidiano e lo facciamo letteralmente ad occhi chiusi. Ma alcuni studi hanno stabilito e dimostrato come una piccola variazione nel nostro modo di fare la pasta potrebbe salvare l’ambiente e il futuro dei nostri figli. Ecco come fare!

Metti il coperchio sulla pentola quando cuoci la pasta

L’Unione Italia Food ha promosso uno studio che riguarda proprio la salvaguardia dell’ambiente e delle nostre risorse e come tutto questo abbia molto a che fare con la cottura della pasta. Bastano davvero pochissimi piccoli accorgimenti e abitudini per azzerare gli sprechi di cibo, risorse ed energia e vivere in modo più consapevole ed eco-friendly. Che cosa facciamo di sbagliare quando cuociamo la pasta?

pasta

La regola numero uno è quella di mettere il coperchio sulla pentola mentre le nostre pennette, i nostri spaghetti o maccheroni cuociono lentamente. In questo modo si possono salvare energia sufficiente a ricaricare un telefono cellulare moderno, uno smartphone. Pensate quanta energia verrebbe risparmiata se tutti gli italiani lo facessero tutti i giorni! L’altra regola, fondamentale, è quella di usare soltanto l’acqua necessaria a portare il cibo a bollore, evitando di dover poi buttare litri e litri di acqua in eccesso.

Un terzo interessante e poco conosciuto  modo che l’Unione Italiana Food ci propone per un futuro migliore è quello di sfruttare il calore dell’acqua portata a bollore per non sprecare gas ed energia. Seguendo questo metodo possiamo cuocere la nostra pasta per circa 3 minuti, per poi spegnere il fuoco sul fornello e lasciare che la pasta continui a cuocere grazie al calore dell’acqua che prima che si raffreddi dovrebbe aver già cotto tutto. Questo ultimo tip è particolarmente utile anche per risparmiare qualcosa sulla bolletta del gas a fine mese, che non fa mai male a nessuno.

pasta