Miele, i mille modi per utilizzarlo in cucina: ottimo anche per ricette salate

0
645

Il miele è un ingrediente naturale di grande qualità. La sua produzione dipende dallo stato di salute di api e ambiente. Ecco come utilizzarlo al meglio in cucina.

Il 20 maggio si celebra la giornata mondiale della api, istituita nel 2017 dalle Nazioni Unite. L’importanza nel celebrare questa giornata risiede nella volontà di tutelare degli insetti fondamentali per l’ambiente. Pochi sanno che la presenza delle api, o l’assenza, indica lo stato di salute dell’ambiente circostanza. Più un ambiente è inquinato, meno insetti ci saranno in circolazione.

miele

In cucina l’importanza delle api si manifesta nella presenza del miele, un prodotto naturale dalle molte proprietà benefiche che può essere utilizzato in diverse preparazioni e in differenti parti della giornata. Dalla colazione alla merenda, il miele non dovrebbe mai mancare. Ma meno api ci sono in giro, meno miele si produce. Va da sé che il collegamento tra ambiente, api e prodotto di qualità è strettamente collegato.

Come utilizzare il miele in cucina

Il miele è uno dei prodotti più buoni e sani che la natura ci offre. Le sue qualità sono tali da non avere bisogno di lavorazioni particolari. Una delle sue principali peculiarità è quella di potere sostituire lo zucchero arricchendo con un sapore unico. Questo sciroppo naturale rappresenta una fonte di energia e un antidoto ai malanni invernali, ma come si può sfruttare al meglio un prodotto del genere?

Partiamo dalla colazione, uno dei pasti più importanti durante il quale è necessario fare una scorta di energie. Perché non utilizzalo spalmato su una fetta di pane croccante al posto di creme prodotte in modo industriale? Oppure per accompagnare lo yogurt bianco con l’aggiunta di qualche cereale croccante. Un ottimo modo per iniziare la giornata.
Citare tutti i dolci in cui è possibile inserirlo è impossibile, ma tra questi ci sono le classiche ciambelle, ottime per la merenda dei più piccoli, per realizzare il torrone o piatti tipici. Le seadas sarde, per esempio, richiedono come accompagnamento proprio il nettare delle api.

Ma passiamo ai piatti salati. Essendo un ottimo sostituto dello zucchero, noi vi proponiamo di aggiungerlo a tutte quelle ricette che richiamano l’agrodolce, tra queste ci viene in mente il pollo alle mandorle, o ancora il pollo con le arance. Lo sciroppo naturale, magari arricchito con qualche erbetta fresca, si può trasformare in una salsa di accompagnamento per delle carni dai sapori molto forti e decisi.
Insomma, pare che il prodotto delle api possa essere declinato all’infinito con qualsiasi preparazione.