Negroni Sbagliato: la sua storia e perché si chiama così, il segreto che nessuno sapeva

0
527

Il Negroni Sbagliato è tra i cocktail più iconici di sempre, ma vi siete mai chiesti da dove arrivi questo nome così particolare?

Tra i cocktail più famosi, amati e iconici della nostra tradizione, il Negroni Sbagliato ha una storia davvero particolare e le sue origini sfumano tra verità, mito e leggenda come spesso accade per le grandi invenzioni della storia, rimasta per sempre nella cultura del paese d’origine e non solo.

Questa versione più leggera ma altrettanto deliziosa del noto cocktail prevede l’uso dello spumante al posto del classico gin, ma il motivo per cui lo chiamiamo “sbagliato” non è così semplice e affonda le sue radici alla fine degli anni ’70 e in un particolare bar di una specifica città italiana, che in quanto ad aperitivi, non ha eguali. Scopriamo qualcosa di più sulle origini, la nascita e la diffusione di questo drink dal colore inconfondibile.

Dove nasce il Negroni Sbagliato e perché si chiama così

Tutto ha origine in uno specifico bar di Milano, senza dubbio la capitale della movida, degli aperitivi e la night life e anche patria di un cocktail “sbagliato” veramente iconico. Il bar in questione è il Bar Basso, un vero punto di riferimento per i milanesi che amano consumare i favolosi drink preparati da esperti barman e versati in bicchieri che si trovano soltanto lì. Provare per credere! Ma è proprio qui, in una storia che mescola mito e verità, che sarebbe nato il Negroni Sbagliato.

Pare infatti, secondo la leggenda, che l’inventore di questo cocktail sia Mirko Stocchetto, proprietario del locale, che alla fine degli anni Settanta ha iniziato a servire la particolare variante del nostro classico Negroni. Se la leggenda e il mito raccontano di un errore da parte di Mirko nell’usare la bottiglia del Prosecco, scambiandola per quella del Gin, la verità è decisamente più interessante e ha a che fare con il periodo storico in cui si cala la nascita di questo drink.

Gli anni ’70 sono stati fondamentali per l’emancipazione della donna dopo la rivoluzione culturale del 1968 e sempre più ragazze e donne iniziavano a consumare bevande alcoliche nei bar delle grandi città, proprio come gli uomini. Per la necessità di creare un cocktail più leggero, dedicato alla clientela femminile in costante aumento, Mirko Stocchetto inventò il Negroni Sbagliato, usando del prosecco al posto del gin e rendendo questo cocktail iconico leggero ma altrettanto saporito e perfetto per aperitivi e serate.