Pesce pescato: come distinguerlo da quello da allevamento, trucchetti semplici

0
442

Il pesce fresco deve essere acquistato con criterio, per evitare brutte sorprese. Allora come riconoscere il pescato dall’allevato?

Gli amanti e i consumatori abituali di pesce sanno bene quanto ci sia una grossa differenza tra il pesce fresco pescato e quello da allevamento. Tuttavia riconoscerlo e distinguerlo non è sempre facile, se non si conoscono tutti i trucchetti e i metodi corretti per non sbagliare più. In generale, l’acquisto di questo alimento deve essere fatto con cura e con criterio, perché può essere anche molto pericoloso.

Conoscete tutte le leggi che regolano la vendita del pesce? Scopriamo in dettaglio tutto quello che dovete sapere per riconoscere il pesce pescato da quello allevato e come comprarlo per non avere mai più brutte sorprese.

Pesce pescato e allevato: che differenza c’è

Se avete dubbi sul pesce che state acquistando, sappiate che c’è una normativa europea che impone alle etichette dei prodotti – anche quelli ittici – di riportare le informazioni necessarie affinché il consumatore possa risalire alla storia di quel determinato prodotto, quindi anche e soprattutto la sua provenienza e come è stato reperito. Ma se volete imparara a riconoscere il pesce pescato a prima vista, ci sono dei piccoli trucchi e dei metodi infallibili che non vi renderanno molto più informati su ciò che state comprando e quindi consumando.

Seafood on ice at the fish market

Innanzitutto, una prima caratteristica che dovrebbe saltarvi all’occhio è la dimensione dei pesci: se i pesci venduti hanno tutti la stessa dimensione, c’è una grandissima probabiltà che siano da allevamento perché non è realistico e probabile che dei pesci pescati abbiano tutti la stessa dimensione o lo stesso peso. Inoltre, gli animali che hanno vissuto in vasche da allevamento, magari sovraffollate, potrebbero riportare piccole lesioni e irregolarità che invece non hanno gli animali che hanno vissuto libero nel loro habitat, che saranno anche più tonici e ed elastici.

Il pescato, inoltre, ha colori più brillanti, che noterete soprattutto nelle scaglie ed è generalmente più leggero di quello allevato, riportando anche una forma più sottile e snella. Ultimo ma non meno importante, diffidate di pesci che costano troppo poco: è improbabile che un prodotto fresco pescato possa costare troppo poco. I più esperti sostengono di poter riconoscere il pesce anche soltanto con un’occhiata e forse è vero, ma la cosa fondamentale è leggere le etichette e non fidarsi soltanto delle parole del vostro pescivendolo di fiducia sotto casa. Il pesce non di qualità può essere anche molto pericoloso ed è meglio non scherzarci sopra!