Rumore del coltello sul piatto: perché a molti dà fastidio e come evitarlo

0
137

Il rumore del coltello sul piatto di ceramica per molte persone è una vera e propria tortura: perché questo accade? 

Tagliare nel modo corretto il cibo che mangiamo è importante per la digestione e fa anche parte dell’etichetta e del galateo. Ma per moltissime persone il momento in cui il coltello tocca il piatto di ceramica per tagliare una fetta di carne o una pizza potrebbe diventare una vera e propria tortura acustica a tutti gli effetti. Il rumore stridente prodotto dal contatto della lama con il piatto è per molti alla pari dell’unghia sul gesso della lavagna o altri suoni davvero poco piacevoli.

Ma perché per tante persone è così fastidioso e si può evitare in qualche modo? Ecco tutto quello che sappiamo sull’argomento e come evitare di procurare dolore ulteriore ai vostri ospiti più sensibili.

Perché il coltello sul piatto dà così tanto fastidio?

Prima di dare dei pazzi o degli eccessivamente sensibili ai vostri amici che si lamentano del rumore del coltello sui piatti o sentirvi tali quando siete voi a pensarlo, dovreste sapere alcune cose sull’argomento. Il fastidio estremo provato quando si sente questo rumore così come altri suoni come le unghie sulla lavagna di ardesia o il rumore di una bocca che mastica è una malattia riconosciuta. Si chiama misofonia e non ha niente a che vedere con l’essere pazzi!

La misofonia può costituire una vera tortura e grande sofferenza per le persone che vivono questa condizione, quindi attenzione a prendere in giro i vostri amici! A volte, tuttavia, è difficile evitare di provocare questo terribile rumore se si fa uso di utensili su piatti di ceramica. Usare i piatti di plastica non è affatto un’opzione contemplabile, soprattutto oggi che abbiamo una maggiore attenzione all’ambiente e all’ecosostenibilità. Oltre a questo, dei piatti di plastica – anche biodegradabili – non saranno certo all’altezza di veri piatti di ceramica.

Quello che si può tentare di fare è tagliare gli alimenti con meno violenza e forza. Piuttosto che mettere forza nelle braccia per tagliare più in fretta, conviene fare movimenti leggeri ma costanti scavando un solco nella nostra bistecca o fettina panata che sia , arrivando al piatto senza che si senta il rumore del coltello. Un occhio di riguardo nei confronti dei vostri ospiti con la misofonia non passserà certo inosservato e farete proprio la bella figura di chi ci tiene alle persone che mangiano alla sua tavola, niente male!