Vite al limite, la triste storia di Gina: morta a 30 anni. ecco quanto pesava

0
735

Gina è morta a soli 30 anni dopo aver partecipato a “Vite al limite”: ecco la sua storia tragica e quanto pesava.

Tra le storie più tragiche di “Vite al limite”, quella di Gina ha sicuramente un posto d’onore: morta a soli 30 anni per complicazioni dovute al suo peso eccessivo, Gina aveva partecipato al programma con la speranza di cambiare la sua vita una volta per tutte, purtroppo senza risultato. Come quella di Gina, purtroppo, di storie ce ne sono tante in uno dei programmi più amati di Real Time, che segue pazienti patologicamente obesi che vogliono finalmente prendere in mano la propria vita e dimagrire.

La storia di Gina dopo Vite al limite

Gina si era affidata alle cure del dottor Nowzaradan, il chirurgo bariatrico della clinica di Houston, in Texas che aiuta i pazienti a perdere tantissimo peso grazie ad una dieta sana, attività fisica e, se necessario e possibile, anche un’operazion chirurgica. La sua storia era difficile, come spesso accade in questi casi, e la vita l’aveva portata a rifugiarsi nel cibo come consolazione, arrivando a pesare oltre 270kg.

Leggi anche–>Ecco la ricetta del bianchissimo milk shake da 5 dollari di “Pulp fiction”

Un’infanzia difficile, maltrattamenti continui subiti quando era ancora una bambina e un rapporto conflittuale con la moglie Beth, tutto questo aveva portato Gina ad una situazione di grande stress emotivo e a mangiare per trovare conforto. Le sue condizioni di salute non erano delle migliori ma nonostante questo Gina ce la stava mettendo tutta per riuscire ad arrivare a perdere tutti i chili voluti dal dottor Nowzaradan.

Leggi anche–>Vite al limite – Maja arriva a pesare 312 kg: come sta oggi?

Dopo la sua partecipazione al programma, Gina era diventata famosa su TikTok perché insegnava al pubblico che la danza non ha taglie e chiunque può ballare, se c’è passione. Purtroppo, non troppo tempo dopo la fine delle riprese, Gina è deceduta per cause sconosciute che non sono state rese note al pubblico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here