Voglia di pesto alla genovese fatto in casa? Niente paura ecco la ricetta giusta

0
1024

Quante volte ci capita di comprare le piantine di basilico da mettere sul nostro balcone? Sopratutto in questo giornate di sole e di caldo.

Il pesto è un antica salsa ligure che si ottiene pestando il basilico con il sale, i pinoli e l’aglio, il tutto insaporito con il parmigiano reggiano stagionato e olio extra vergine d’oliva. Il pesto oggi ha raggiunto una grande popolarità nel mondo anche grazie agli equipaggi della navi mercantili o passeggeri che dal porto di Genova salpavano per destinazione lontane. Troviamo molte varianti del pesto con l’aggiunta di ricotta, anacardi, olio di semi e molti altri ingrediente ma che non c’entrano nulla con la ricetta originale.

Come fare, ingredienti, trucchi e consigli per preparare il pesto alla genovese

Per fare il vero pesto alla genovese occorre un mortaio di marmo e un pestello di legno, oggetti facilmente reperibili su siti on line, oltre questi due accessori ci servirà anche tanta diligenza e pazienza.

Presentazione 

  • Preparazione: 20. MINUTI
  • Cottura: SENZA COTTURA
  • Difficoltà:BASSA
  • Porzioni:6 PERSONE

Ingredienti

  • 50 g di foglie di basilico
  • 2 spicchi di aglio
  • 100 ml olio evo
  • 70 g parmigiano reggiano
  • 30 g pecorino
  • 15 g pinoli
  • q.b sale

Preparazione 

Per prima cosa sbucciate l’aglio e pestatelo con un pizzico di sale. Aggiungete il basilico che avrete lavato e asciugato in precedenza, pestate fino ad ottenere un composto verde scuro e omogeneo, Aggiungete i pinoli e pestateli nel mortaio. Quando il composto sarà ben amalgamato , aggiungete i formaggi con un filo d’olio, pestate e continuate ad alternare formaggio e olio finché non avrete finito il formaggio. Il composto finale dovrà essere la tipica consistenza granulosa e cremosa. Potete conservarlo in frigo per una settimana, l’importante che in superficie ci sia sempre uno strato d’olio che ricopre la salsa, in questo modo non si annerisce e rimane sempre verde.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here