Cotto e mangiato, la finale della gara tra giovani: spunta retroscena inedito

La gara di Cotto e mangiato si è finalmente conclusa. Tante le ricette proposte dai giovai in gara. Nicola Bottamedi vince la borsa di studio.

Chi è il vincitore della quinta edizione della gara per i giovani chef di Cotto e Mangiato? Si chiama Nicola Bottamedi 18 anni, studente della scuola alberghiera così come i suoi colleghi sfidanti.

Leggi anche -> Vuoi rendere interessante il tuo pandoro? Prepara la crema di ricotta natalizia

La gara di Cotto e mangiato

La sfida di Cotto e mangiato è giunta al termine, numerosi giovani chef si sono sfidati davanti a Tessa Gelisio e agli chef professionisti che durante le puntate di Cotto e mangiato si sono alternati nei giudizi seguiti sempre da preziosi consigli per migliorare.
La battaglia culinaria – giunta alla quinta edizione – si è conclusa con la vittoria di Nicola Bottamedi che è stato accompagnato sul podio dalla giovane collega Sara. Medaglia d’argento per Claudio Rondinelli che ha dovuto battersi in un’ultima sfida contro Alessia preparando un risotto alla milanese.
A giudicare la competizione culinaria una giuria di 4 professionisti stellati: Arrigoni, Taglianti, Mascheroni e Breda. Svelata finalmente l’identità dello chef misterioso, si tratta di Enrico Bertolini.
Immancabili Franco Aliberti, in collegamento, e Andrea Mainardi da tempo al fianco di Tessa Gelisio. Il giovane vincitore si è portato a casa una borsa di studio da spendere nella formazione con 135 punti, battendo la seconda classificata con solo 4 punti di stacco.

Si cambia scenario e a mettersi ai fornelli è Tessa Gelisio che propone una ricetta facile e veloce, circa 25 minuti per la preparazione: Bruschette di mare a base di cozze e moscardini.
Si parte dall’apertura dei frutti di mare in padella, e dalla preparazione di un trito di salvia e rosmarino. In un secondo tegame mettere un filo d’olio e uno spicchio d’aglio, aggiungere il trito di erbe, i moscardini tagliati a pezzi molto piccoli e la polpa di pomodoro. Tritare al coltello delle olive nere e aggiungere al tegame.

Leggi anche -> Iginio Massari, l’annuncio che commuove tutti proprio a Natale

Condire il pane abbrustolito con un po’ di olio e il piatto è Cotto e mangiato.

Cotto e mangiato

23 thoughts on “Cotto e mangiato, la finale della gara tra giovani: spunta retroscena inedito

  1. Just desire to say your article is as surprising.

    The clarity in your post is simply cool and i could assume you’re an expert on this subject.
    Fine with your permission let me to grab your RSS feed to keep updated with forthcoming post.
    Thanks a million and please carry on the enjoyable work.

  2. I’m really enjoying the theme/design of your weblog.
    Do you ever run into any web browser compatibility
    problems? A couple of my blog readers have complained about my blog not working correctly in Explorer but
    looks great in Firefox. Do you have any solutions to help fix
    this issue?

  3. Wonderful goods from you, man. I have understand your stuff previous to and you’re
    just too wonderful. I really like what you have acquired here,
    really like what you’re stating and the way in which you say it.

    You make it entertaining and you still take care of to keep it sensible.
    I can’t wait to read far more from you. This is actually a terrific site.

  4. My spouse and I absolutely love your blog and find many of
    your post’s to be precisely what I’m looking for.
    Would you offer guest writers to write content for you personally?

    I wouldn’t mind publishing a post or elaborating on a
    lot of the subjects you write regarding here. Again, awesome web log!

  5. Hi there this is somewhat of off topic but I was
    wanting to know if blogs use WYSIWYG editors or if you have to
    manually code with HTML. I’m starting a blog soon but have no coding expertise so I wanted
    to get guidance from someone with experience. Any help would be enormously appreciated!

  6. Does your website have a contact page? I’m having
    a tough time locating it but, I’d like to shoot you an email.
    I’ve got some ideas for your blog you might be interested in hearing.
    Either way, great site and I look forward to seeing
    it develop over time.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *