Lorenzo Biagiarelli dà una bella lezione alla Clerici, pubblico sconvolto

0
890

È sempre mezzogiorno, Biagiarelli dà una lezione alla Clerici da non perdere. Antonella ascolta con attenzione e prende appunti.

Antonella Clerici dà il benvenuto al suo pubblico dal bosco di È sempre mezzogiorno, sempre accompagnata dai suoi fedeli compagni di avventura, accoglie i cuochi uno dopo l’altro osservando con cura le ricette proposte.

sempre

La padrona di casa di È sempre mezzogiorno anche oggi è in compagnia degli ospiti fissi che non la abbandonano mai, a eccezione di Alfio Bottaro che si allontana dallo studio solo per delle missioni atipiche. Lorenzo Biagiarelli dalla lavagna è sempre pronto ad arricchire le ricette con vicende molto interessanti. Durante la puntata di oggi ha dato una lezione sulla carne.

È sempre mezzogiorno, la lezione di Biagiarelli

Nello studio di È sempre mezzogiorno non si finisce mai di imparare. Tra un piatto e l’altro non mancano degli approfondimenti raccontati dai diversi ospiti di Antonella Clerici. Tutto ha inizio grazie alla ricetta di Gian Piero Fava che al suo interno contiene lo scamone, un taglio di carne che appartiene al quarto posteriore del manzo spostandosi verso la coscia. Il quarto posteriore è la parte ritenuta più pregiata perché contiene delle fibre più tenere.

sempre

Ma qual è la differenza tra il vitello, il vitellone e il manzo? “L’animale è sempre lo stesso ma cambia l’età. Viene considerato vitello un animale con meno di 12 mesi,  molto giovane e tenerissimo. Il vitellone ha un’età che oscilla tra i 12 e i 24 mesi è contiene una quantità di proteine maggiore rispetto a quello più giovane. Infine, il manzo va oltre i 24 mesi“, spiega con cura Biagiarelli.

Leggi anche -> Bruno Barbieri, ci invita a non perdere un appuntamento molto speciale: la notizia è sbalorditiva

Ma come avrà utilizzato lo scamone, taglio di prima qualità, Gian Piero Fava? All’interno di bocconcini di vitello speziati, panati e croccanti. Una vera delizia!
Ecco gli ingredienti:

  • bocconcini: 400 g di scamone di vitello, 1 mazzetto di timo, curry, paprika dolce, paprika affumicata, curcuma, ½ scorza di limone grattugiata, 200 g di albumi, 1 l di olio di semi di arachide, 150 g di farina di mais fioretto, 150 g di farina di mais bramata;
  • radicchio:2 cespi di radicchio tardivo, 1 scalogno, 1 mazzetto di timo, 150 g di pancarrè, prezzemolo, basilico, ½ arancia, ½ limone, olio evo;
  • per la fonduta di zola: 500 ml di panna, 80 g di gorgonzola.

Leggi anche -> Ilary Blasi, il gesto durante la gita con Totti e i bambini sorprende tutti

È importante capire cosa mangiamo e cosa acquistare, per questo motivo Biagiarelli si ripromette di continuare ad approfondire l’argomento nelle prossime settimane: “Quando si parla di carne è importante conoscere la razza dell’animale e il tipo di allevamento da cui proviene.

sempre