Massimo Bottura: le durissime parole dello chef spiazzano il pubblico

0
674

Lo chef da tre stelle Michelin Massimo Bottura ha sentenziato e il pubblico è rimasto di stucco: ecco che cosa ha detto.

Che Massimo Bottura abbia un occhio di riguardo nei confronti degli sprechi alimentari e del sociale, è noto a tutti, ma le sue parole durissime hanno davvero sconvolto il pubblico.

Chi conosce bene lo chef Massimo Bottura, proprietario della “Osteria Francescana”, sa bene quanto sia attento e rispettoso nei confronti del cibo, delle materie prime e anche delle persone. Bottura non è soltanto un talentuoso e affermato chef e ristoratore da stella Michelin, ma ha messo il suo nome anche su diversi refettori per i poveri. Nelle mense, la sfida è quella di evitare e azzerare ogni spreco, cucinando con materie prime semplici e che altrimenti andrebbero buttate, dunque sprecate, per realizzare pasti incredibili, per chi ne ha più bisogno.

Massimo Bottura contro lo spreco: le sue parole

Come ha riportato il Corriere della Sera, Bottura, e in particolare la sua attenzione nei confronti degli sprechi alimentari, sono stati celebrati dal Times, con un lungo articolo dedicato. Lo chef stellato è sempre stato molto interessato al sociale ed è riconosciuto soprattutto per le sue mense per i poveri, aperte e funzionanti ormai da anni, in cui il team di Bottura non solosi impegna nel ridare dignità alle persone più bisognose, ma anche nell’azzerare gli sprechi il più possibile. Lo spreco alimentare è un qualcosa con cui gli chef, soprattutto quelli stellati e affermati, devono fare i conti sempre di più.

Leggi anche–>L’impasto della pizza napoletana “senza impastare”, sta spopolando sul web

Non si può girare la testa dall’altra parte e Massimo lo sa bene. “Smettete di sprecare il vostro cibo“, ha detto come riporta il Corriere della Sera, un monito duro ma fondamentale in questi tempi in cui l’abbondanza fa sì che venga sprecato davver o troppo cibo. Per il Times, il punto di forza di Bottura non sono i suoi ristoranti stellati, ma proprio le mense per i poveri, che lo chef ama definire come “progetti”, piuttosto che come refettori. E proprio qui sta il cuore della lotta allo spreco alimentare.

Leggi anche–>Damiano Carrara, la ricetta speciale che sconvolge tutti: lui la fa così

Come ha riportato la giornalista del Time, per Bottura combattere lo spreco alimentare è “una seconda natura” e non potrebbe fare altrimenti, una sorta di vocazione, proprio come quella che l’ha spinto ai fornelli la prima volta, proprio come l’amore e la passione sconfinata per la cucina e il cibo. Le “Osterie Francescane” hanno iniziato a sorgere dal 2015 e da Milano si sono diffuse anche a Napoli e nel resto del mondo, dalla Francia, agli Stati Uniti.