Pasti caldi per i più poveri: come fare volontariato a Natale

Il volontariato sotto le feste di Natale è un gesto molto prezioso, che può migliorare la vita di tante persone in difficoltà. Ecco come fare per aiutare.

Le feste di Natale sono momento di grande gioia, vicinanza e famiglia, in cui si sta tutti insieme intorno ad un tavolo, si mangia e beve in quantità, con tutto il calore degli affetti a noi più vicini. Ma quando non si ha niente di tutto questo, il periodo di Natale può essere molto triste, freddo e solitario: le persone meno fortunate di noi, che le vicissitudini della vita hanno reso soli e indifesi possono passare momenti davvero brutti, mentre tutti si divertono nelle loro case. Il volontariato è un lavoro davvero prezioso e può cambiare il senso delle cose, soprattutto a Natale: ecco come fare per aiutare sotto le Feste.

Come e dove fare volontariato a Natale: consigli utili

Tantissimi sono gli italiani che ogni anno scelgono di passare il giorno di Natale ad aiutare i meno fortunati: le azioni e le associazioni di volontariato sono sempre più numerose e le adesioni molto alte, per fortuna. Ci sono tanti modi per aiutare sotto le Feste, soprattutto per quanto riguarda il 25 dicembre, il pranzo e il cenone di Natale e Capodanno. Oltre ad impacchettare regali nelle principali librerie per raccogliere fondi importanti per aiutare le famiglie bisognose in Kenya e in Mozambico, si può optare per i pasti caldi.

Leggi anche–>Vuoi rendere interessante il tuo pandoro? Prepara la crema di ricotta natalizia

Le mense dedicate ai poveri sono tante in Italia e sono sempre in cerca di volontari disposti a mettere a disposizione il prorpio tempo e lavorare sotto Natale, soprattutto il 25 dicembre. I ruoli che si possono svolgere sono tanti, dall’allestimento della mensa alla preparazione dei pasti, oltre che al servizio , alla preparazione dei tavoli e così via. Le comunità a cui vi potete rivolgere sono diverse, da Sant’Egidio, a Terre di Mezzo, fino alla Caritas, naturalmente.

Leggi anche–>Cotto e mangiato, Tessa Gelisio prepara la Tenerina di cioccolato

Fare un piccolo gesto per chi è più in difficoltà può davvero cambiare la vita di persone che sono state meno fortunate di noi nella vita e passare un Natale alternativo, almeno per un anno, può essere una bella idea. Informatevi sugli eventi vicino a voi, in tutte le città italiane c’è almeno una sede della comunità di Sant’Egidio o della Caritas o della Croce Rossa, oltre naturalmente a piccole comunità locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.