Salmonella nelle uova confezionate: ritirato lotto dai supermercati

0
342

Un nuovo richiamo alimentare da parte del Ministero della Salute, questa volta nel mirino un lotto di uova confezionate, per salmonella.

Ancora una volta è intervenuto il Ministero della Salute per salvaguardare la salute dei cittadini e dei consumatori con un nuovo richiamo alimentare. Il richiamo alimentare è un’ordinanza da parte del governo che prevede il ritiro dagli scaffali di un lotto di prodotto giudicato pericoloso per diverse motivazioni: il rischio può essere chimico, fisico o biologico e il consiglio generale in questi casi è quello di non consumare il prodotto se lo si ha già acquistato e riportarlo al punto vendita. Vediamo di quale prodotto si tratta.

Uova ritirate per rischio microbiologico: salmonella

La salmonella è un batterio che può essere molto pericoloso per l’organismo umano e provocare seri danni per la salute. Sempre meglio starci lontano. Per questo motivo il Ministero della Salute ha deciso il ritiro dagli scaffali dei supermercati un lotto di uova confezionate per rischio salmonella. Le uova in questione sono commercializzate da Azienda Agro Avicola OVO di Antonio Aloisio e il lotto incriminato in particolare comprende i numeri dal 4.11.2021 al 16.11.2021.

Leggi anche–>Licia Colò confessa: “Non sono vegetariana, denuncio gli orrori”

Dato il rischio microbiologico rilevato dai controlli del governo, i consumatori che avessero già acquistato il prodotto sono pregati di riportarlo al punto vendita in cui è stato acquistato e di non consumarlo. La salmonella può essere un grande rischio ed è possibile incappare in questo batterio soprattutto con prodotti crudi come, appunto, le uova, il pollo o il pesce crudi o non cotti bene.

Leggi anche–>Elisa Isoardi, tutta la verità confessata all’improvviso: “Nessun limite…”

Proprio poco tempo fa il governo aveva fatto un altro richiamo questa volta per le  Mini Cotolette Vegetali di Almaverde Bio che rischiavano di conteneri allergeni non dichiarati in confezione. Un altro motivo di grande rischio per il consumatore che ha diritto di conoscere tutti gli allergeni presenti nel prodotto o che potrebbero esserci.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here