Salmonella nelle vongole sgusciate: ritirato prodotto dai supermercati

0
390

Un nuovo ritiro alimentare da parte del Ministero della Salute perché trovate tracce di salmonella in un lotto di vongole sgusciate.

Un nuovo intervento da parte del Ministero della Salute per la salvaguardia della salute dei cittadini e dei consumatori. Questa volta è un lotto di vongole sgusciate confezionate ad essere finito nel mirino dei controlli del governo, che sorveglia i prodotti in caso si rintraccino rischi chimici, fisici o biologici. In questo caso si tratta della presenza di un batterio molto pericoloso e noto: la salmonella. In via precauzionale le vongole incriminate sono state immediatamente ritirare dal mercato e sottoposte a controlli ulteriori.

Vongole ritirate per presenza salmonella

Ancora un richiamo alimentare per salvaguardare la salute dei cittadini e dei consumatori da parte del Ministero della Salute. A finire nel mirino questa volta un lotto di vongole sgusciate della marca Veliero, ritirare dagli scaffali dei supermercati perché rilevata salmonella. La salmonella è un batterio che comporta gravi rischi per la salute di chi lo ingerisce ed è veicolato soprattutto da carne e pesce, specie se non cotti bene o crudi.

Leggi anche–>Il vino in lattina è il futuro? Ecco la novità che ha diviso il pubblico

Come recita il comunicato del Ministero, il lotto di prodotto è quello con dicitura Vongole del Pacifico 100 g precotte, sgusciate e surgelate con numerazione L-13ES e scadenza prevista per maggio del 2023. Come sempre in questi casi il consiglio è quello di non consumare il prodotto, se acquistato e riportarlo immediatamente al punto vendita in cui è stato comprato, per non rischiare di entrare in contatto con questo batterio pericoloso.

Leggi anche–>Halloween: come scegliere la zucca giusta per le vostre decorazioni

La salmonella è stata rilevata in un campione prelevato per controlli e l’intero lotto è stato in via precauzionale ritirato dagli scaffali dei punti vendita. Il consiglio generale è quello di controllare sempre i richiami di prodotti da parte del Ministero, così da rimanere sempre aggiornati sulle novità in campo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here