Five Guys: il fast food più instagrammato del mondo approda a Roma, ecco i menù e prezzi

0
508

Five Guys si appresta a bissare il successo di Milano con l’inaugurazione del primo locale nella Capitale, sulla terrazza Termini.

foto da google

Five Guys apre a Roma: da Ottobre il nuovo locale dentro la stazione Termini. Quindi prima di prendere un treno, oppure appena scesi, potrete provare burger, patatine e milkshake di questa famosa catena americana.

Il marchio FiveGuys è nato nel 1986 per idea della famiglia Murrell di Arlington (Virginia) e ha iniziato a espandersi a partire dal 2001, trasformandosi in un vero e proprio colosso della ristorazione. Jerry e i quattro figli sono gli originali “FiveGuys”, i cinque ragazzi che, con il supporto della madre Janie, hanno dato vita a un impero in continua espansione.

Leggi anche–> Benedetta Rossi: grande traguardo, celebra su instagram

Successivamente è arrivato in famiglia anche il quinto fratello, che si è aggiunto agli altri quattro nella gestione del business. Il marchio si è aperto anche al franchising nel 2003 ed è approdato per la prima volta in Europa nel 2013.

Leggi anche–> Il pesto (non solo per la pasta) usalo in tanti altri modi interessanti 

Tra le caretteristiche e i punti di forza di Five Guys: l’utilizzo esclusivo di sola carne macinata fresca e solo olio di arachidi per friggere, l’assenza di congelatori (nelle sedi Five Guys sono ammessi solo frigoriferi). Il pane è “speciale”, elaborato secondo una loro ricetta originale, dalle panetterie partner di FG, usano solo patate fresche tagliate al momento.

Five Guys: ecco le specialità da mangiare nel fast food americano

Nel menù troviamo, hamburger, hot dog e sandwich, con prezzi un po’ più alti rispetto agli altri fast food. Un burger, viene venduto a otto euro, però i clienti hanno la possibilità di aggiungere ingredienti a volontà: lattuga, pomodoro, peperoni, cipolla, funghi e tanto altro gratuitamente. Anche per le bevande lo stile scelto è quello americano: si “compra” un bicchiere a 3,50 euro e lo si può ricaricare all’infinito, scegliendo tra Coca cola a ciliegia, lampone, arancia e limone.

Le patate che usano non sono assolutamente surgelate, ma vengono tagliate e fritte al momento, la porzione piccola costa 3,50 euro e viene servita in un bicchiere di plastica all’interno di un sacchetto di carta. I più coraggiosi, infine, potranno osare e assaggiare un milkshake alternativo a  5 euro, con il bacon, si avete capito bene con il bacon.

foto da google

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here