Pizza bianca in teglia, la ricetta del pizzaiolo romano Gabriele Bonci

0
187

La ricetta ideale per una pizza in teglia fatta a casa è quella dell’impasto Bonci. Lo chef ha condiviso la sua preziosa ricetta.

foto da adobe

L’impasto Bonci, diventato famosissimo perché è ideale per realizza la ricetta della pizza in teglia in maniera soffice e soprattutto ad alta digeribilità visto la macroscopica quantità di lievito impiegato.

Leggi anche–> Federica Panicucci, super forma a 54 anni: i segreti tra cibo e allenamento

Quest’ impasto è stato realizzato dall’omonimo chef romano Gabriele. Un successo assicurato visto la morbidezza dell’impasto e per la bollosità del preparato che consente di incorporare l’aria. Si tratta di una pizza all’80% di idratazione: ovvero l’acqua corrisponde all’80% dell’impasto e per questo motivo vi basterà una forchetta per lavorare un impasto perfetto.

Leggi anche–> Paolo del Debbio, tutti i segreti della sua dieta: come ha perso 27 kg

Ecco la ricetta della pizza bianca in teglia di Gabriele Bonci

  • 1 kg farina di tipo “0”
  • 800 ml di acqua
  • 3/7 gr lievito di birra secco
  • 20 gr sale
  • 1 cucchiaio olio evo

Preparazione

Mettete la farina a fontana in una ciotola. Aggiungete il lievito granulato e incorporate l’acqua a temperatura ambiente. Aggiungete anche l’olio e amalgamate con una forchetta di legno per 10 minuti. Dopodiché aggiungiamo il sale e continuiamo a mescolare. Passiamo dalla forchetta alle mani e mentre prepariamo il panetto durante la lavorazione ripieghiamolo almeno tre volte. 

L’impasto dovrà essere morbido. A questo punto trasferite l’impasto in una ciotola precedentemente unta con olio d’oliva. Copritelo e riponetelo in frigorifero per 24 ore. Adesso stendete l’impasto direttamente nella teglia (in precedenza ben infarinata) che aumenterà di volume anche durante la cottura. A questo punto inforniamo a forno preriscaldato e a 250°C per circa 25/30 minuti. Durante la prima metà della cottura disponiamo la teglia nella parte più bassa del forno e a metà cottura invece portiamolo in un ripiano più sù.

foto da Canva

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here