Hai voglia di un buon supplì al telefono a Roma? Ecco dove devi andare

0
517

Supplì: fritto, croccante, con la mozzarella filante e da mangiare rigorosamente con le mani. Il supplì è una vera istituzione romana.

Il supplì è un assoluto protagonista dello street food della capitale, perfetto per una goduriosa merenda, per un pranzo veloce o per iniziare con il piede giusto la cena in pizzeria. A quanto pare, un soldato francese, trovatosi a passeggiare per le vie di Roma, gustando la polpetta di riso appena fritta, definì la mozzarella nascosta al suo interno una vera e propria surprise, una sorpresa. Il termine, italianizzato, si trasformò successivamente in supplì.

Leggi anche–> Katia Follesa, la verità scottante:” Le mie debolezze sono la mia forza”

Imprescindibile per un vero supplì romano è il fatto che sia “al telefono”, cioè che una volta diviso in due la mozzarella filante congiunga le metà spezzate come il filo del telefono unisce due cornette.

Leggi anche–> Dalla cucina al lancio del famoso “accendino”: cosi è nato ErFaina

Oggi vi daremo un elenco di tutti gli indirizzi dove degustare un ottimo supplì filante. A roma ce ne sono moltissimi, per noi infatti sarà solo un elenco in base al gusto personale.

Ecco dove mangiare un buon supplì al telefono

  • Antico Forno Roscioli

Scamorza leggermente affumicata, pomodoro campano pelato, riso Roma tradizionale: questi gli ingredienti del supplì tradizionale dell’Antico Forno Roscioli. Il supplì ha una doppia panatura: la prima realizzata con pangrattato di rosette, la seconda con briciole di pane  tipo lariano, rustico e a pasta acida. I supplì classici costano 1,50€, mentre gli speciali costano 2€: da provare quello cacio e pepe e quello ai carciofi.

Via dei Chiavari, 34,
00186 Roma RM

  • Supplì Roma

A Trastevere il paradiso del cibo d’asporto si chiama proprio “Supplì”: un locale piccolissimo aperto dal 1979, che prepara circa 800 supplì al giorno, fino ad arrivare a 1000 nei weekend. Molto buona la selezione degli ingredienti, come il pomodoro San Marzano dop, il pecorino romano dop, e il riso Goio 1929 dop. Oltre al supplì classico (1,50€), sono da provare anche quello cacio e pepe, carbonaro, amatriciano e quello al sugo di coda (2€).

Via di S. Francesco a Ripa, 137,
00153 Roma

  • Bonci

Un’altra istituzione a Roma è Gabriele Bonci: una certezza non solo per la pizza al taglio, ma anche per i fritti. Da Pizzarium, al Panificio e sul bancone ci sono i supplì classici (1,50€), preparati con il pomodoro casalingo, mozzarella, parmigiano reggiano e basilico e quelli al ragù (2€), con pomodoro, mozzarella, parmigiano reggiano, carne macinata e salsiccia. Per entrambi il riso è quello di Riso Buono. E il fritto ovviamente è una cosa seria: mozzarella in carrozza con ‘nduja, spaghetti alla carbonara, pappardelle al ragù di pecora e ziti alla genovese.

La casa del supplì

Si tratta di una affollatissima pizzeria a taglio, rosticceria che sforna continuamente pizze, calzoni, primi e secondi piatti espressi. Il supplì è la specialità della casa: morbido, fragrante, con panatura leggera e non unta. Riso ben imbevuto di ragù con al centro un cuore di fiordilatte vero. Insomma una volta nella vita va assaggiato.

Piazza Re di Roma, 20
00183 Roma

(Canva photo)

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here