Non buttare la bottiglia di plastica: utilizzala per fare un buon carpaccio di polpo

Il carpaccio di polpo oggi si può benissimo preparare in casa, usando questa tecnica particolare ma molto semplice.

carpaccio
(Canva photo)

Leggi anche–> Ricotta di mandorle, Carlo Cracco apre un nuovo ristorante a Portofino

Il carpaccio di polpo è una pietanza elegante e sempre gradita. E’ uno dei molluschi marini che viene più frequentemente proposto nei menù a base di pesce. Può essere servito come la classica insalata di polpo con le patate o come carpaccio tagliato sottile e condito con una salsa agrodolce. Quante volte, però, ci chiediamo come si fa il carpaccio di polpo? Noi del team mezzokilo ce lo siamo chiesto: La soluzione esiste. Tutti possono fare a casa il carpaccio di polpo. Sarà un procedimento molto semplice , ma ci servirà un attrezzo molto bizzarro; un attrezzo che tutti noi abbiamo a casa a zero costi: la bottiglia di plastica. Ebbene si avete capito ci servirà una semplicissima bottiglia di plastica da un litro e mezzo.

Prepariamo insieme il carpaccio di polpo

Pulite il polpo togliendo con un coltellino gli occhi tra i tentacoli, sciaquatelo bene sotto l’acqua corrente. In un tegame capiente mettete poca acqua un dado di brodo di pesce, tenete il polpo con la testa, immergete i tentacoli 4/5 volte in modo che si arricciano prima di immergerlo completamente. Cuocetelo circa 45 minuti, perché più lo cuocete più la carne del polpo diventerà dura. Scolate il polpo, tagliate i tentacoli e la testa, inserite i pezzi del polpo pressandoli bene con l’aiuto del fondo di un bicchiere dentro una bottiglia di plastica a cui avrete tolto il collo, fate un buco anche sul fondo della bottiglia in modo da premettere ai liquidi di fuoriuscire.

Leggi anche–> Usa l’aceto per polire le tue stoviglie, torta con albicocche

Tagliate la parte di plastica in eccesso ripiegandone solo qualche come se fossero delle linguette e ricreare una sorta di chiusura ad incastro. Avvolgete il tutto con della pellicola e mettetelo in frigorifero per 24 ore. Trascorso il tempo di riposo rimuovete la pellicola e la bottiglia e vedrete che il polpo sarà diventato un blocco unico e compatto, ora con l’aiuto di una affettatrice o di un coltello ben affilato tagliatelo facendo delle vere e proprie fette sottili di polpo. Condite con un emulsione di olio, sale, prezzemolo tritato e curcuma, mescolare energicamente con una forchetta e versatela sopra il carpaccio di polpo.

carpaccio di polpo
(Canva photo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.